La moneta magica

Ieri era il mio compleanno e ho deciso di festeggiarlo a modo mio. Prima di uscire di casa mi sono infilata una moneta nelle mutandine, di taglio.

giov1giov2giov3

Poi sono entrata nel mio bar preferito e mi sono seduta a un tavolo in attesa della mia colazione. Mi piace eccitarmi in pubblico, mi dà quel brivido in più, quella scarica di adrenalina che quasi sempre mi conduce a un orgasmo che stento a nascondere.

Mentre sorseggio il mio succo d’arancia super filtrato la moneta fa il suo effetto.

giov5

Socchiudo gli occhi e lascio libero sfogo alla mia immaginazione e alle mie voglie segrete. Penso a quanto la scena farebbe arrapare il mio vicino guardone: io, la sua dea del binocolo, che faccio un bocchino al cameriere lì davanti a tutti.

giov6

Ripenso a quante volte mi sono esibita per lui, immaginandolo con il suo cazzo in mano mentre mi spia e gode come un pazzo.

giov7     giov8

Quanti orgasmi gli ho regalato e mi ha regalato!
Mentre le mie grandi labbra avvolgono del tutto la moneta e la risucchiano all’interno della vagina per poi riespellerla, mi torna in mente la prima volta che mi accorsi di essere spiata: faceva caldo e, appena rientrata a casa, mi spogliai alla velocità della luce e mi catapultai sotto la doccia. Mentre m’insaponavo notai un repentino cambio di luce, un lampo che illuminò a giorno il mio corpo nudo e bagnato.

caso1

caso4

Lì per lì la faccenda mi allarmò, ma poi mi fece un altro effetto, molto più benefico.

gi2

Sognai di incontrarlo sotto casa e di salire le scale due alla volta per andare a esibirmi per lui.

caso93caso91

Per poi raggiungerlo nel suo appartamento senza lasciargli il tempo di perdere l’erezione.

caso94

L’idea di prendere in bocca quel bel cazzo dritto creato da me mi mandò in deliquio, mi masturbai come un’assatanata fino a raggiungere un orgasmo prfondo, quasi doloroso.

gi3

gi4

gi5

gi6

Ho mangiato un fantastico cornetto, bevuto il cappuccino, tolto la moneta da quella scomoda posizione, pagato, e poi mi sono precipitata a casa per vedere se Andrea era in postazione.

Disegni a fumetti di Giovanna Casotto